Regole comportamentali

 
  • non abbandonare i sentieri segnalati
  • non correre rischi se si verifica un repentino cambiamento del tempo, preferibilmente cercare un rifugio oppure un riparo
  • migliorare il passo ottimizzando la tecnica di marcia: in salita, appoggiare tutta la suola e non solo la punta dei piedi. In discesa, piegare le ginocchia. Camminare con le gambe allargate e in modo controllato
  • fare soste a intervalli regolari. Bere molto, anche se non si ha sete
  • controllare regolarmente il tempo trascorso e, se necessario, modificare il percorso
  • se ci si sente male o all’insorgere di altri problemi ritornare in tempo e non forzare le cose
  • se ci si è persi: restare nel gruppo. Ritornare all’ultimo punto conosciuto, aspettare che migliori la visibilità e non attraversare un terreno sconosciuto
  • rispettare la natura: non gettare rifiuti, non danneggiare la flora e la fauna
  • non accendere fuochi all’aperto in caso di tempo asciutto
  • chiudere i cancelli oppure tirare le corde che si trovano sui pascoli
  • tenere i cani al guinzaglio soprattutto in presenza di bestiame o selvaggina
  • non toccare proiettili inesplosi. Contrassegnare il luogo del ritrovamento e allarmare la polizia
  • prestare soccorso: proteggere i feriti dai pericoli, dal maltempo e dal freddo. Chiedere aiuto. Allarmare i soccorsi possibilmente senza lasciare solo l’infortunato.